Stemma

Lo stemma del Comune di Brembate di Sopra è stato approvato con decreto del Presidente della Repubblica del 16 marzo 1961.

La corona, simbolo dell’autonomia comunale è formata, secondo quanto previsto nell’araldica civica, da un cerchio d’argento aperto da quattro pusterle (piccola porta di torri e castelli per il passaggio di una persona per volta), di cui tre visibili, con due cordonate a muro sui margini, sostenente una cinta aperta da sedici porte, di cui nove visibili, ciascuna sormontata da una merlatura a coda di rondine, il tutto d’argento e murato di nero.

Il disegno stilizzato riporta la conformazione fisica di Brembate di Sopra: dall'alto le montagne, nella parte centrale si evidenzia quello che risulta essere l’elemento territoriale principale - il fiume - ed infine infine la pianura.

Per quanto riguarda i colori utilizzati il colore oro è il più nobile metallo e simboleggia la Forza, la Fede e la Ricchezza mentre il color verde, che fu il colore dei ghibellini, simboleggia la Vittoria, l’Onore e l’Abbondanza.

Il ramoscello d’alloro si incrocia con quello di quercia e sono legati tra di loro da un cartiglio. Il ramoscello d’alloro è simbolo della sapienza ed è la più nobile delle figure vegetali usate nei blasoni, poichè con l’alloro si coronavano in Roma gli imperatori, i guerrieri trionfanti, i poeti e i vincitori dei giochi Olimpici. Il ramoscello di quercia simboleggia la forza, la potenza e la nobiltà d’animo.

La Giunta può autorizzare l'uso e la riproduzione dello stemma del Comune per fini non istituzionali soltanto ove sussista un pubblico interesse.

Gonfalone

Anche il gonfalone è stato riconosciuto con provvedimento in data 16 marzo 1961 dal Presidente della Repubblica.

Nel dicembre 2008 l’amministrazione Comunale ha deciso di utilizzare un nuovo gonfalone di tipo meccanico durante le manifestazioni per, preservare il Gonfalone Storico del Comune.