Info generali

  • durata del progetto PREPAIR
  • Regione Lombardia è partner del progetto europeo LIFE PREPAIR

Regione Lombardia, insieme alle altre Regioni del Bacino Padano, è partner del progetto europeo LIFE PREPAIR, che mira a realizzare azioni coordinate al fine di migliorare la qualità dell'aria sul nostro territorio.

Le azioni del progetto riguardano i settori maggiormente impattanti in termini di contributo emissivo come il riscaldamento domestico, il trasporto di merci e persone, i consumi di energia e l'agricoltura.

La campagna di comunicazione "Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute" si focalizza sulla corretta combustione della biomassa legnosa (quali ad esempio legna e pellet) in piccoli apparecchi domestici, che possono produrre elevati quantitativi di polveri sottili, benzoapirene e altri composti tossici per la salute.

Nei mesi freddi poi, caratterizzati dalla presenza di episodi anche prolungati di inversione termica, la situazione può peggiorare con la permanenza in aria degli inquinanti per periodi anche molto prolungati (situazione molto ricorrente nel bacino padano).

Una combustione corretta deve seguire poche ma importantissime regole quali, ad esempio, l'utilizzo di impianti certificati a basse emissione e di combustibile di qualità, l’accensione dall’alto con micce ecologiche, la corretta installazione, pulizia e manutenzione e così via.

Il progetto PREPAIR

Il progetto PREPAIR mira ad implementare le misure, previste dai piani regionali e dall’Accordo di Bacino padano del 2013, su scala più ampia ed a rafforzarne la sostenibilità e la durabilità dei risultati: il progetto coinvolge infatti non solo le Regioni della valle del Po e le sue principali città, ma anche la Slovenia, per la sua contiguità territoriale, per le sue caratteristiche simili a livello emissivo e meteo-climatico e per i fenomeni di trasporto trans-frontaliero di inquinanti che avvengono attraverso il bacino dell’Adriatico settentrionale.

Le azioni di progetto riguardano i settori più emissivi, cioè agricoltura, combustione di biomasse per uso domestico, trasporto di merci e persone e consumi energetici, nonché lo sviluppo di strumenti comuni per il monitoraggio delle emissioni e per la valutazione della qualità dell’aria su tutta l’area di progetto.

La brochure della campagna

La brochure della campagna di comunicazione "Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute" è divisa nei seguenti argomenti:

Parte I - La legna e l'inquinamento dell'aria

  • L’inquinamento dell’aria: un problema ancora attuale
  • L’utilizzo della legna come combustibile
  • L’evidenza scientifica sull’inquinamento dalla combustione della legna
  • Perché le emissioni dagli apparecchi a legna sono così elevate?

Parte II - Le strategie per ridurre l'inquinamento da legna

  • Consigli utili per diminuire le emissioni degli apparecchi a legna
    1. Scelta della stufa o della caldaia a legna
    2. Gli apparecchi automatici: bruciare meglio e inquinare di meno
    3. L’installazione e la manutenzione dell’apparecchio
    4. La scelta e lo stoccaggio del combustibile
    5. Stufe e camini non sono inceneritori
    6. L’accensione dall’alto
    7. Il corretto caricamento dell’apparecchio
    8. Il controllo della combustione
  • I costi della scorretta installazione e gestione degli impianti a biomassa
  • Bruciare la legna fa bene al clima?
  • L’azione europea e internazionale
  • L’azione nazionale e regionale
  • Come classificare il proprio apparecchio a legna
  • Il divieto degli apparecchi più obsoleti e inefficienti
  • Cosa fare se vedi fumo scuro uscire dal camino di un’abitazione?
  • Anche bruciare le biomasse all’aperto è molto inquinante
  • 5 luoghi comuni da sfatare sul tema delle biomasse legnose
  • 5 comportamenti da modificare per ridurre l’inquinamento da biomasse legnose
  • Il progetto Prepair