Info generali

  • rilevazione entro e non oltre venerdì 31 gennaio 2020.
  • Rischio legionella

La Legge Regionale 33/2009 "Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità" ha introdotto nell'art. 60 – bis1, l' obbligo per i Comuni di predisporre e curare il catasto delle torri di raffreddamento ad umido e dei condensatori evaporativi esistenti sul proprio territorio, al fine di prevenire i rischi ambientali di diffusione della legionella, batterio che si annida e diffonde in particolari condizioni climatiche di temperatura e ristagni di acqua.

Alla luce di quanto sopra, i responsabili (proprietari o gestori) di torri di raffreddamento – condensatori operativi devono prendere buona nota della guida "Trasmettere la scheda per la registrazione al catasto comunale delle torri di raffreddamento ad umido e dei condensatori evaporativi" nella sezione dedicata al SUAP ed inviare al Comune la suddetta scheda debitamente compilata tramite lo Sportello Telematico.

La prima rilevazione dovrà essere completata entro e non oltre venerdì 31 gennaio 2020.

Successivamente ogni nuova installazione e cessazione permanente di torri di raffreddamento ad umido e di condensatori evaporativi deve essere registrata entro e non oltre 90 giorni dall’installazione/cessazione.