Info generali

  • 16/06/2020 - 30/09/2020
  • Prima rata IMU - comunicazione dell'Amministrazione Comunale

Con riferimento alla scadenza per il pagamento della prima rata dell’IMU, l’Amministrazione Comunale informa i propri concittadini che, dopo attenta e ponderata valutazione della normativa e dei vari pareri susseguitisi in questi giorni, ha ritenuto di mantenere inalterate le scadenze stabilite per legge.

Infatti, sulla scorta della normativa vigente, nonché delle indicazioni fornite dal MEF nella propria risoluzione n. 5/DF/2020, i Comuni potrebbero stabilire un differimento della scadenza esclusivamente con riferimento alla parte di competenza comunale rimanendo viceversa esclusa la parte di competenza statale.

Una simile soluzione, a parere dell’Amministrazione, avrebbe comportato un aggravio di incombenze per il contribuente che avrebbe dovuto comunque effettuare parte del pagamento alla scadenza ordinaria del 16 giugno per poi procedere ad un secondo pagamento dopo poche settimane.

L’Amministrazione comunale aveva quindi valutato l’ipotesi di sospendere l’applicazione di sanzioni ed interessi in caso di mancato pagamento entro i termini della prima rata dell’IMU se versato entro un termine prestabilito, ipotesi che però è risultata non percorribile in quanto, come affermato dalla consolidata giurisprudenza formatasi sul punto e come ribadito anche dal MEF nella richiamata risoluzione n. 5/DF/2020, trattasi di somme sottratte alla disponibilità dell’Ente poiché coperte da riserva statale.

In altri termini, secondo quanto sostenuto dalla giurisprudenza ai Comuni è inibita la possibilità di rinunciare alle sanzioni e interessi poiché di esclusiva competenza dello Stato.

In ogni caso, si rammenta che per coloro che versano in difficoltà economiche e non fossero nelle condizioni di pagare nei termini quanto dovuto è possibile ricorrere all’istituto del ravvedimento che consente di pagare anche oltre il termine senza incorrere nell’applicazione della ordinarie sanzioni ma a condizioni agevolate, come meglio indicate nel prospetto che segue:

Ritardo Sanzione Riduzione Sanzione ridotta
Fino a 14 giorni 15% Riduzione della sanzione del 15% a 1/15 per giorno di ritardo e ulteriore riduzione al decimo 0,1% per ogni giorno fino al 14% giorno, per il quale si applica la misura dell’1,4%
Da 15 a 30 giorni 15% 1 decimo 1,50%
Da 31 a 90 15% 1 nono 1,67%

Dal 91° giorno all’anno dalla violazione

30% 1 ottavo 3,75%

Entro 2 anni dalla violazione

30% 1 settimo 4,29%

Oltre 2 anni dalla violazione

30% 1 sesto 5%

Da ultimo si fa presente che l’Amministrazione Comunale sta approntando una serie di interventi volti a sostenere le famiglie e le attività economiche messe in difficoltà dall’emergenza sanitaria ancora in atto.